La Quarta Era si racconta: Stefania

 
 
 
 
 
Nasce la rubrica “La Quarta Era si racconta”, un piccolo format che cerca di avvicinare La Quarta Era al pubblico, mostrando nel dettaglio chi sono i membri di questa fantastica associazione. Un’intervista mirata, cercando di inquadrare il cosplay e il mondo tolkieniano, rivelando come queste due passioni possano coesistere.
Ciao Stefania, prima di iniziare l’intervista vera e propria, vuoi raccontarci qualcosa su di te?
Dunque, io sono della provincia di Pavia, più precisamente di Mortara, e nella vita faccio la sarta, ho un piccolo negozio di merceria e sartoria. Oltre al cosplay, il quale più che un hobby lo considero uno spin off del mio lavoro, il mio hobby vero e proprio è il tiro con l’arco, che pratico da molti anni ormai. Mi tiene molto impegnata visto che , oltre agli allenamenti personali, sono istruttore federale e tengo corsi di tiro con l’arco per tutte le età e livelli.
Come hai conosciuto il mondo del cosplay?
Il cosplay è diventato parte della mia vita nel 2011/2012. appunto per il lavoro che faccio, mi erano stati chiesti e commissionati diversi costumi, ma mai avrei pensato a cosa in realtà servissero. Fino a quando una cliente mi spiegò cosa fosse il cosplay e decisi finalmente di fare un costume per me.
Ti ricordi quale è stato il primo cosplay che hai indossato e dove?
Il mio primo cosplay è stato Merida dal film Brave. Lo feci per poter partecipare al conconsorso f.u.o.c.o. della Festa dell’Unicorno
Cosa vuol dire per te fare cosplay?
Fare cosplay significa gioco per me. Come quando da bambina con lo scettro lunare ripetevo tutte le mosse di Sailor Moon, è il poter indossare i panni dei miei eroi
Hai un personaggio in particolare al quale sei legata?
Sicuramente Merida. Non solo perché è stato il mio primo cosplay, ma perché adoro la sua storia ed il personaggio in se. E poi è un arciere ed ha i capelli rossi proprio come me!
 
Come hai conosciuto La Quarta Era?
Li ho conosciuti la prima volta alla Festa dell’Unicorno di Vinci.
Cosa pensavi de La Quarta Era prima di farne parte?
Ho sempre visto La Quarta Era come si può guardare una parata di elfi che sfila davanti a te. Ho sempre ammirato il gruppo ed i loro costumi. Ho visto diversi contest loro ed è sempre stato come rivedere il film. Quindi, sguardo sognante ed occhi a cuoricino ogni volta che li vedevo
E ora?
La mia ammirazione e solo che cresciuta! Inoltre ho scoperto che i ragazzi e le ragazze che ne fanno parte sono tutti molto simpatici e sono un gruppo fantastico
Qual è stato il primo costume che hai indossato con La Quarta Era?
Arwen versione “Flight to the Ford”
Hai in mente di realizzare altre versioni di Arwen?
Arwen è un personaggio che ho sempre amato fin dall’inizio, ho in mente di realizzare l’abito dell’incoronazione un giorno, anche se devo dire che anche Galadriel mi affascina molto, la versione oscura è qualcosa di fantastico.
Hai partecipato a molti eventi con l’associazione? Te ne è rimasto impresso qualcuno in particolare?
Ho partecipato ad un solo evento con La Quarta Era, ovvero il Lucca Comics. E beh, rimanere impresso è poco. Ho visto nelle persone lo stesso sguardo sognante che avevo io quando vedevo passare La Quarta Era. Inoltre il gruppo è molto bene organizzato e in grado di gestire un evento all’interno di una manifestazione grande come Lucca.
Ti trovi bene con l’associazione? Ha influenzato la tua vita in qualche modo?
Sono stata accolta benissimo, sono tutti gentili e cordiali. Nonostante conoscessi già alcune persone, ho legato subito con altri ed in particolar modo con le persone della mia zona.
Hai in progetto nuovi cosplay?
Ho sempre in progetto un sacco di cosplay.
Hai una pagina facebook che vuoi pubblicizzare dove mostri i tuoi cosplay o pubblichi post inerenti ai tuoi hobbies o interessi?
La mia pagina Facebook è https://www.facebook.com/ethaincosplay/.
DOMANDA BONUS
Cambiando argomento ma rimanendo sempre in tema tolkieniano, sei un’appassionata delle opere letterarie di Tolkien? Ne hai una preferita?
Ho conosciuto Il Signore degli Anelli in primis con la saga cinematografica e poi attraverso le opere letterarie. Ricordo ancora che il giorno seguente che avevo visto La Compagnia dell’Anello corsi a comprare la trilogia e lo divorai in una settimana, appendici comprese! Mi presi talmente tanto che le settimane successive lessi Lo Hobbit ed Il Silmarillon. Fui talmente coinvolta che studiai ed imparai (con scarso successo) il quenya ed il sindarin fino a portare Tolkien come materia d’esame di maturità. Tra tutti il mio libro preferito è sicuramente Il Signore degli Anelli, lo conosco quasi a memoria da tante volte che l’ho riletto, addirittura da usarne spesso le frasi e le citazioni durante le conversazioni. Una delle mie preferite è sicuramente “Molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Puoi tu forse dargliela? Quindi non essere troppo ansioso di distribuire morte nei tuoi giudizi, nemmeno il più saggio conosce l’esito di tutte le cose”
Crediti foto: Giacomo Pucci, Mattia Lunardi, Paul Scio, Francesco Maragno

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi